Hornby Elite

di Daniele Filippone - 13 ottobre 2008
La nuova centrale digitale di medio-alta della casa inglese.
 
Caratteristiche principali:
  • Standard DCC NMRA;
  • Fino a 9999 indirizzi DCC per locomotive supportati;
  • Fino a 9999 indirizzi DCC per accessori;
  • 14, 28 o 128 step di velocità supportati;
  • Funzioni accessorie da F0 sino a F12;
  • Bus XpressNet;
  • Railcom® Lenz Sistem;
  • Interfaccia PC-USB inclusa;
  • Software (Firmware) aggiornabile;
  • LCD alfanumerico;
  • Binario di programmazione separato;
  • Modalità di programmazione supportate: diretto – registro – paged e in corsa;
  • Stop di emergenza;
  • Programmazione e lettura di tutte le Variabili di Configurazione CV;
  • Protezione dai corto circuiti;
  • Corrente massima erogabile 4A;
  • Orologio modellisttico;
  • Supporto doppie trazioni;
  • Controllo di una locomotiva analogica.
 
Hornby elite

Hornby Elite.

Lato connettori della Hornby Elite.
 

 
 
Manuale
Manuale Hornby Elite
Link alternativo
 
Descrizione generale.
Nella confezione è presente la centrale, l'alimentatore completo di cavetto, uno spezzone di cavetto bipolare ed un corposo manuale di istruzioni in carta patinata colorata.
L'Elite dispone di un ampio display LCD alfanumerico, un tastierino numerico e vari tasti. Sono presenti due “throttle” o manopoline per il controllo contemporaneo di due convogli. Il grosso pulsante rosso di arresto di emergenza è posizionato alla sinistra del display. Si collega al PC per mezzo di un comune cavettoUSB (non in dotazione) per intenderci quello che ad esempio si utilizza normalmente per le stampanti domestiche.
Nella confezione è compreso il proprio alimentatore da 15 V 4 A. L'Elite mette a disposizione 3A per la trazione (tracciato) e 1A per gli accessori.
L'elite è dotata di uscita per booster, porta XpressNet ed di un uscita ausiliaria a 15 V DC. I menù sono disponibili in più lingue tra cui l'italiano.

Una volta avviata, l'Elite, parte con l'indirizzo locomotiva predefinito, il 3, che è preselezionato sui due throttle. Per cambiare loco basta premere il tasto loco e di seguito digitare l'indirizzo corrispondente sul tastierino o selezionarlo tramite manopolina. Fatto questo basta premere una delle due manopole per assegnarli l'indirizzo.
E' possibile assegnare un nome alla loco tramite un apposita funzione rubrica; in questo modo una volta richiamata la loco spunterà nel display automaticamente il nome ad es. 3: Aln 772 o 6: Caimano 007 etc. E' possibile cercare il nome nella rubrica e richiamare la loco anche così. La medesima funzione è disponibile per gli accessori .

Il controllo in contemporanea di due treni risulta abbastanza agevole così come richiamarne un terzo mentre gli altri girano (ad es. per manovre). Ruotando la manopola in senso orario si aumenta la velocità, in senso antiorario la si diminuisce fino a fermarsi secondo le curve di accelerazione e decelerazione impostate. Per cambiare verso occorre premere la manopola.
Le funzioni si attivano in due modi: in generale con il tasto on/off si attiva/disattiva la funzione (0, di solito luci) sulla loco selezionata o l'ultima funzione attivata sulla loco. Il secondo metodo consiste nel premere il tasto func e selezionare tramite tastiera o manopola il numero della funzione da attivare. All'attivazione della funzione si evidenzia un numerino in basso sul display.

Il pulsante Stop permette di togliere immediatamente tensione al plastico arrestando di conseguenza tutte le locomotive. In caso di corto crcutito la centrale toglie l'aliemntazione e lo segnala tramite la spia rossa, si ripristina il normale funzionamento premendo insieme i tasti Esc + Stop.

L'Elite scrive e legge le CV con 4 modalità : diretto, registro, paged e in corsa. Inoltre dispone di un binario di programmazione separato.

La centrale dispone di un proprio orologio per la simulazione del tempo modellistico scalabile.
L'Elite dispone anche della modalità di controllo RAILCOM attivabile o disattivabile da menù. Dal manuale si evince che dalla versione 1.3 in poi è predisposta (in abbinamento ai prossimi decoder Hornby) la simulazione del consumo di carburante.

E' possibile programmare multi trazioni mediante un apposito comando. Per fare questo non occorre modificare le cv delle singole locomotiva (è raccomandato tuttavia che queste abbiano gli stessi livelli di accelerazione e decelerazione) in quanto alla multi trazione si darà un nuovo indirizzo “virtuale” di “gruppo” che una volta teminata la procedura di creazione della multitrazione si potrà sciegliere; es locomotiva 4 e locomotiva 7 in doppia trazione si sceglie l'indirizzo di gruppo “9” e queste si muovono insieme come se fosse un unica loco ad indirizzo 9. Le multitrazioni sono limitate a sole due locomotive.

Nell'esemplare testato era presente il firmware versione v1.0 ma grazie alla facile procedura, spiegata sul sito Hornby, è stata facilmente aggiornata alla versione 1.3. Gli aggiornamenti sono disponibili sul sito Hornby.

Prezzo in Italia circa €200.

Per altre domande sulla centrale elite rimandiamo al nostro FORUM.
 
Pro
Legge cv, rubrica con nomi, 3 A per i binari, abbastanza facile da utilizzare, connettività, pulsante di arresto di emergenza grande ed a portata di mano.
 
Contro
Display non retroilluminato. Funzioni (F1-F12) scomode da attivare.


Dai un voto a questa pagina:

Rating: 2.6/5 (72 votes cast)

(Unobtrusive) AJAX Star Rating Bar Homepage


Ricerca personalizzata
DCCWorld

Informazioni

Home
Iniziare con il DCC
FAQ
Eventi
News

Recensioni

Centrali Digitali
Decoder
Accessori Digitali
Software
Impianti Digitali

Guide

Digitalizziamo le Loco
Database Rotabili
Programmazione CV
Progetti Digitali
Intellibox Bus - Loconet
Il mio sistema digitale
Cablaggi

Documenti Utili

Informazioni Tecniche
Glossario Digitale
Manuali Prodotti
Video

Risorse

Contatti
Forum
Chat
Links
Lo Staff di DCCWorld
RSS