Un binario di programmazione.

Una nuova (vecchia?) idea di ing.Raneri Epifanio(4 Aprile 2015)
 
MAteriale:
  • Profilati piatti di alluminio larghi 20 mm e alti 2mm;
  • Listello di legno sezione quadrata da 3mm
  • Compensato da 15mm;
  • Capicorda;
 
La programmazione "tradizione" e ll binario di programmazione
La programmazione tradizionale o meglio "Service Mode" è quella modalità della centrale che ci permette di poter programmare i decoder. In questa modalità possiamo leggere e scrivere tute le variabili di configurazione, CV, dei nostri decoder.
Essendo questa broadcast, ovvero si va a programmare qualsiasi cosa collegata al momento alla centrale digitale (una loco messa sul plastico è collegata), normalmente è necessario svolgere quest'operazione in una tratta isolata per programmare solo quello che effettivamente vogliamo programmare. Questa tratta isolata prende il nome di binario di programmazione.
 
La necessità e l'idea
Spesso l'oggetto della programmazione è una loco provvista di decoder magari in fase di installazione dello stesso. Ne consegue che spesso, in CV19 durante le fiere un evento abbastanza frequente, la necessita di mettere e toglie locomotive o anche materiale rimorchiato munito di decoder, su un tratto di binario per fare le necessarie programmazioni. Ne consegue una gran perdita di tempo per poter correttamente posare il rotabile con tutte le ruote sul pezzo di binario. Problema accentuato se il rotabile ha parecchi assi.
Considerato che in questa fase non è, necessario che le ruote scorrano, ma basta che semplicemente tocchino per portare corrente al decoder nasce l'idea di realizzare uno scivolo dove poggiare velocemente il rotabile per poterlo programmare.
 
Costruzione
Essenzialmente si tratta in un pezzo di legno di compensato lungo circa 40cm dove ho posato due profilati piatti in alluminio larghi 20 mm. Questi profilati costituiscono il binario dove poggiare le ruote. All'alluminio se anodizzato va rimossa, con una mola, lo strato isolante di anodizzazione. Due viti per profilato li fisseranno al compensato.
Un listello a sezione quadrata da 3mm separa i due profilati, isolandoli e a sua volta impedisce di creare un corto con le ruote di un carrello tra le due rotaie se questo è messo di traverso.
Con due capicorda posizionati ad un estremo possiamo collegare i fili che vanno alla centrale.
Il binario è pensato per l'H0 ma con qualche accorgimento si può, adattare anche ad altre scale.
 


Dai un voto a questa pagina:

Rating: 2.6/5 (36 votes cast)

(Unobtrusive) AJAX Star Rating Bar Homepage


Ricerca personalizzata
DCCWorld

Informazioni

Home
Iniziare con il DCC
FAQ
Eventi
News

Recensioni

Centrali Digitali
Decoder
Accessori Digitali
Software
Impianti Digitali

Guide

Digitalizziamo le Loco
Database Rotabili
Programmazione CV
Progetti Digitali
Intellibox Bus - Loconet
Il mio sistema digitale
Cablaggi

Documenti Utili

Informazioni Tecniche
Glossario Digitale
Manuali Prodotti
Video

Risorse

Contatti
Forum
Chat
Links
Lo Staff di DCCWorld
RSS