Digitalizziamo la E428 Rivarossi 1/80.

di Luca Rubini (22 Novembre 2016)
Un vecchio modello che ritrova nuova vita con il digitale; anche i buoni e vecchi cari modelli rivarossi in scala 1/80 possono entrare a far parte del mondo del digitale.Una cosa che consiglio e di migliorare le prese corrente sul carrello motore e di levare assolutamente il vecchio grasso, divenuto colla, che hanno usato anni fa e di lubrificare con del buon lubrificante
 
Attrezzi necessari:
  • Tester o Amperometro con corrente di fondo scala pari ad un Ampere;
  • Saldatore per uso Elettronico da 20 - 40 W o meglio saldatore a temperatura regolabile;
  • Stagno;
  • Cutter;
  • Nastro isolante;
  • Un decoder (Noi useremo un Lokpilot ESU V3);
  • ESU 51950
  • Manuale del decoder;
  • Pinze varie.
 
PASSO 1
La prima operazione da fare è quella di smontare la cassa della loco operazione semplicissima basta svitare le due viti dei pantografi e la cassa si alza facilmente.
 
PASSO 2
La prima cosa da fare è rimuovere i fili che si trovano nel suo interno per poter poi rifare i cablaggi con nuovi fili..
Rimuoviamo l'originale collegamento delle lampade.
Lampadina smontata
Locomotiva liberata dal vecchio impianto elettrico.
 
PASSO 4
La locomotiva ha una configurazione a massa bloccata. Cioè abbiamo una rotaia collegata al telaio e questo a sua volta è collegato al motore.
E' molto importante distaccare la linguetta metallica che collega collegata da una parte alla cassa del motore e dall'altra parte alla staffetta che regge la molletta del motore. Rimuovere questo collegamento è molto importante in quanto in caso contrario avremo la distruzione del decoder.
PASSO 5
Per questa digitalizzazione useremo l'ESU 51950 che è un accessorio che ci permette di poter creare facilmente la presa NEM 652 sui rotabili non predisposti. Inoltre questo accessorio monta gia i fili di adeguata sezione che noi andremo saldare.
Schema di cablaggio del decoder, con i relativi colori, che useremo per cablare la presa NEM 652 (Fonte manuale ESU)
Incominciamo il montaggio della presa ESU collegamento del filo rosso presa corrente
E quindi il filo nero della presa ESU collegamento sull'altra presa corrente
Ad entrambe le lampade bisogna collegare il filo blu, che ricordiamo essere il comune positivo.
Sull'altro polo delle lampade va poi saldati i fili bianco su una e giallo sull'altra.
Vista complessiva del nuovo cablaggio con il decoder ESU inserito nella presa NEM 652.
Terminiamo il lavoro di cablatura con il montaggio dei fili che portano corrente dai pantografi al deviatore
 
PASSO 9
A questo punto rimane da ricollegare i fili dei pantografi sostituendo i fili vecchi poi si può mettere la loco sul binario di programmazione e verificare se il lavoro è stato svolto a regola d'arte.
Leggiamo la CV1 e verifichiamo che il valore letto sia 3, operazione importantissima che ci da una prima indicazione della corretta installazione del decoder.
Se la lettura è ok procediamo con al prova della marcia e delle luci.
Se tutto funziona correttamente si può rimontare il tutto e mandare in servizio la locomotiva.
PASSO 10
Lavoro finito e pronta a correre sui binari.
 


Dai un voto a questa pagina:

Rating: 3.0/5 (22 votes cast)

(Unobtrusive) AJAX Star Rating Bar Homepage


Ricerca personalizzata
DCCWorld

Informazioni

Home
Iniziare con il DCC
FAQ
Eventi
News

Recensioni

Centrali Digitali
Decoder
Accessori Digitali
Software
Impianti Digitali

Guide

Digitalizziamo le Loco
Database Rotabili
Programmazione CV
Progetti Digitali
Intellibox Bus - Loconet
Il mio sistema digitale
Cablaggi

Documenti Utili

Informazioni Tecniche
Glossario Digitale
Manuali Prodotti
Video

Risorse

Contatti
Forum
Chat
Links
Lo Staff di DCCWorld
RSS