Digitalizziamo l'E424 Mehano.

Di Nuccio Raneri (27 ottobre 2003)
Ecco come digitalizzare una macchina recente senza presa NEM e priva di spazio
 
Attrezzi necessari:
  • Saldatore per uso Elettronico da 20 - 40 W o meglio saldatore a temperatura regolabile;
  • Stagno;
  • Cutter;
  • Dremel o simile per poter fresare;
  • Fresa cilindrica da 3 mm a 2 taglienti;
  • Occhiali protettivi;
  • Nastro isolante;
  • Un decoder per scala N (noi useremo un Kuehn N025)
  • Manuale del decoder;
  • Pinze varie;
 
PASSO 1
Sarà necessario smontare completamente tutta la locomotiva.
Lo smontaggio della locomotiva è abbastanza facile.
 
Capovolgiamo la loco e rimuoviamo il fondocassa in plastica (basta tirarlo).
 
Allarghiamo la cassa e tiriamola verso l'alto, si distaccherà dal telaio senza problemi.
 
 
Dobbiamo rimuovere i carrelli, per far questo basta svitare le quattro viti laterali e rimuovere le quattro linguette ad L.
 
Per rimuovere il circuito stampato allentiamo le due viti sul motore in modo da poter sfilare le due fastom.
 
Svitiamo le tre viti che uniscono il circuito stampato al telaio. A questo punto possiamo sfilare il tutto.
 
Rimane solo da smontare il motore, basta sfilare la clip che lo tiene ancorato al telaio.
 
PASSO 2
Sappiamo già che l'assorbimento della loco a ruote bloccate è compatibile con il massimo assorbimento accettabile da parte del decoder.
 
PASSO 3
Non c'è spazio per inserire il decoder ed è necessario fresare una testata del telaio.
 
Freseremo il telaio (lato contatti motore) con due profondità diverse. La zona rossa sarà profonda circa 4 mm, mentre le due zone gialle poco più di 2 mm.
 
Andranno asportati pochi decimi di materiale alla volta per evitare che si deformi il telaio.
 
Inoltre è necessario usare gli occhiali protettivi mentre si fresa il telaio, chi scrive l'articolo è finito all'ospedale con una scheggia in un occhio perché non li ha usati!.
 
È bene verificare che la sede creata sia idonea ad ospitare il decoder.
 
Con una limetta smussiamo gli spigoli del telaio (vedi cerchi rossi ai lati della foto). Inoltre pratichiamo una gola nel mezzo del telaio (vedi cerchio rosso centrale).
 
Per evitare la possibilità che si verifichino dei cortocircuiti, ricopriamo l'interno della sede con una striscia di nastro isolante
 
PASSO 4
Il circuito stampato è abbastanza semplice (e delicato).
 
Rimuoviamo le due induttanze (sembrano due resistenze), il condensatore sui fastom che vanno al motore e dissaldiamo le fastom stesse. È anche necessario rimuovere i 2 fili neri che vanno al motore e quello che dal deviatore va all'induttanza.
 
PASSO 5
Per le luci useremo l'unica configurazione ammissibile dal decoder, massa bloccata sui binari.
Inoltre sarà necessario invertire la polarità alla coppia di led (girandoli) lato deviatore
 
PASSO 6
Ora pratichiamo due sezionamenti sul circuito per isolare un polo dei led, quindi fissiamo il circuito stampato.
 
PASSO 7
Rimontiamo il motore con l'apposita clip e iniziamo le saldature.
Saldiamo il grigio e l'arancio (opportunamente accorciati) sulle due fastom e serriamo queste sulle due viti del motore.
 
Infiliamo il filo bianco nella gola (adesso è nascosta dal circuito stampato) che abbiamo precedentemente creato sul telaio e lo facciamo girare esternamente sugli angoli che prima abbiamo smussato.
 
Ripetiamo la stessa operazione con il filo giallo.
 
Accorciamo e saldiamo il filo bianco. Attenzione! per fare questa saldatura usare pochissimo stagno. Una saldatura con eccessivo stagno potrebbe toccare le ruote del carrello in curva, provocando un disastroso cortocircuito.
 
Ripetiamo la stessa operazione con il filo giallo. Questi led sono stati precedentemente dissaldati e risaldati a polarità invertita.
 
Non ci rimane che saldare i fili rosso e nero.
 
PASSO 8
Rimontiamo i carrelli per poter fare le prove.
 
PASSO 9
Dal binario di programmazione leggiamo correttamente il valore della CV 1 = 3. Quindi facciamo andare la locomotiva avanti ed indietro e proviamo le luci.
Le luci si accendo al contrario rispetto alla direzione di marcia, per ovviare al problema basta scambiare i fili grigio e arancio sul motore.
 
Prima di rimontare la locomotiva eliminiamo una delle due liguette di rame che stanno internamente sotto i pantografi (svitiamo la vite togliamo la linguetta e riavvitiamo la vite).
 
Isoliano la vite con un pezzettino di nastro isolante per evitare che tocchi il decoder.
Infiliamo il decoder nella sede e montiamo la carrozzeria (il lato con il nastro isolante va sul decoder) ed il fondocassa.
Prima di chiudere verificare che i fili non interferiscano con il volano.
 
PASSO 10
Ecco il risultato del nostro lavoro. Dopo tutta la fatica non rimane che farla girare sul plastico.
 


Dai un voto a questa pagina:

Rating: 2.1/5 (74 votes cast)

(Unobtrusive) AJAX Star Rating Bar Homepage


Ricerca personalizzata
DCCWorld

Informazioni

Home
Iniziare con il DCC
FAQ
Eventi
News

Recensioni

Centrali Digitali
Decoder
Accessori Digitali
Software
Impianti Digitali

Guide

Digitalizziamo le Loco
Database Rotabili
Programmazione CV
Progetti Digitali
Intellibox Bus - Loconet
Il mio sistema digitale
Cablaggi

Documenti Utili

Informazioni Tecniche
Glossario Digitale
Manuali Prodotti
Video

Risorse

Contatti
Forum
Chat
Links
Lo Staff di DCCWorld
RSS