Digitalizzare vecchio plastico materiale Rivarossi

Discussioni inerenti l'esecizio, l'installazione e la gestione di sistemi digitali per il modellismo ferroviario.

Moderatori: Luca.Rubini, Seba55, peppardo

Messaggio
Autore
sergioci
DCCReady
Messaggi: 5
Iscritto il: venerdì 24 novembre 2017, 19:02
Scala: H0
Ho il plastico: Si
La mia centrale digitale.: Analogico

Digitalizzare vecchio plastico materiale Rivarossi

#1 Messaggioda sergioci » sabato 25 novembre 2017, 18:42

Buongiorno a tutti, ho rimesso in moto il mio vecchio plastico per le mie figlie. Qui trovate la foto della parte "importante", con gli scambi, la parte non visibile in foto è il completamento dei due anelli: http://bit.ly/2zo7vqZ
Il plastico ha ormai 50 anni, visto che fu iniziato da mio papà negli anni '60. Il materiale - binari, deviatoi, motrici, alimentatore - sono tutti Rivarossi. Appena riattivato il plastico le mie bambine mi hanno posto subito il problema che avevo anche io: come facciamo a pilotare una motrice a testa? Ed eccomi qui! Ho già letto un po' di materiale di questo sito e del forum, mi sono chiarito alcuni dubbi ma ne restano altri.

Tracciato. Ho letto che il tracciato non deve avere problemi elettrici: ho pulito e sgommato tutto e a parte un leggero calo di tensione in curva le motrici non hanno problemi a muoversi ovunque anche a bassa velocità e nemmeno la motrice più corta ha problemi sugli scambi.
Domanda:

Deviatoi. Ne ho 7 di cui 6 elettrocomandati dalle classiche scatolette rosse (angolo sx in basso della foto). Mi sa che uno ha la peste dello zama ma a uno stato iniziale... Ho letto, sempre nel link sopra, che bisogna installare deviatoi di un certo tipo e controllare che siano isolati ecc. Premetto che non voglio gestire in digitale gli scambi ma vorrei comunque azionarli con i comandi attuali. E' possibile? Anche qui, devo fare accertamenti specifici? Al limite mi posso accontentare di muoverli a mano, il plastico comunque è abbastanza compatto. (Al momento l'unica anomalia è che se gli aghi non sono posizionati bene le motrici si arrestano passandoci sopra, probabilmente perché l'ago non porta elettricità).

Rotabili. Sono questi modelli:
  • Locomotiva a Vapore Consolidation in livrea Reading.
  • Locomotiva a Vapore 0-3-0 Gr. 835 modello 43.
  • Serie 1100 delle Ferrovie Olandesi.
La prima da revisionare le altre, dopo una bella pulita, marciano bene. Mi sono convinto però che conviene prendere due loco nuove con bei decoder installati, magari sonori... Io conosco solo Rivarossi e non ho presente la qualità delle marche attuali, vorrei materiale di qualità abbastanza buona diciamo una vapore e una diesel italiane e relative carrozze passeggeri e merci (poco interessato al realismo dei dettagli, molto a resistenza a stabilità sul tracciato). Cosa mi consigliate? Il decoder va preso a parte o ci sono già delle belle combinazioni pronte?

Controller
Ho letto le varie recensioni e prezzi... Mi sono convinto che di quanto offerto dal digitali mi interessa:
  • Controllare due motrici indipendentemente.
  • Controllare le velocità con carico variabile.
  • Sentire qualche suono.
Mi pare che questo modello sia adatto: Roco, alimentatore 36 VA, con due multimaus 10810. Ho visto che vengono venduti anche Roco Fleischmann Set digitale Z21 e con alimentatori a 60VA: sono più cari, vale la pena (sempre in base ai miei obiettivi)?.

Scusate il post lungo ma spero abbastanza specifico da poter essere risolto al volo da chi mastica digitale da un pezzo. Se ho posto questioni ridondanti scusatemi ma ho cercato un po' nel forum e non ho saputo risolvere da solo le questioni che pongo, se però ne avete già discusso abbiate pazienza e la cortesia di indicarmi altre letture utili :) .
Grazie e buona serata.
Sergio

Avatar utente
Buddace
Site Admin
Messaggi: 14534
Età: 39
Iscritto il: lunedì 2 febbraio 2004, 17:25
Scala: H0
Ho il plastico: Si
La mia centrale digitale.: TMWDCC TBX zDCC Lokmaus2 HornbySelect Arnold Intellibox Claudia_CommandStation
Località: Torino
Contatta:

Re: Digitalizzare vecchio plastico materiale Rivarossi

#2 Messaggioda Buddace » martedì 28 novembre 2017, 12:11

Benvenuto
sergioci ha scritto:[*]devo fare controlli più specifici, magari col tester?
[*]sul tracciato di circa 3 metri ho bisogno di un bus dcc come suggerito qui http://www.dccworld.it/index.php?page=dccpratico/cablaggi/cablaggi_binari.html?[/list]

non servono controlli più specifici e mettere uan rpesa di corrente ogni 3m è una buona regola.

sergioci ha scritto:Deviatoi. Ne ho 7 di cui 6 elettrocomandati dalle classiche scatolette rosse (angolo sx in basso della foto). Mi sa che uno ha la peste dello zama ma a uno stato iniziale...

Gli scambi puoi lasciarli cosi.

sergioci ha scritto:[*]Locomotiva a Vapore Consolidation in livrea Reading.
[*]Locomotiva a Vapore 0-3-0 Gr. 835 modello 43.
[*]Serie 1100 delle Ferrovie Olandesi.[/list]

Si possono digitalizzare vedi ad esempio: http://www.dccworld.it/index.php?page=d ... 6_180.html
Normalmente non compro macchine digitalizzate.
Fondatore e amministratore di DCCWorld

http://www.DCCWorld.com - il sito dedicato interamente ai sistemi di controllo digitale per il modellismo ferroviario.

docdelburg
PlasticoDigitale
Messaggi: 725
Età: 61
Iscritto il: lunedì 16 agosto 2010, 20:27
Scala: H0
Ho il plastico: No
La mia centrale digitale.: Gira e gira .... ma poi son tornato alla ClaudiaCS
Località: Oltrepo' Pavese

Re: Digitalizzare vecchio plastico materiale Rivarossi

#3 Messaggioda docdelburg » martedì 28 novembre 2017, 21:34

Ciao Sergio, benvenuto nel forum.
Come ti ha sinteticamente detto il "grande capo", alias Buddace, puoi tenere il tuo tracciato così com'è preoccupandoti solo di portare i contatti di alimentazione in più punti con il bus cui accennavi. Ovviamente se nelle parti in curva riscontri un calo di tensione è proprio lì che devi portare dei nuovi contatti di alimentazione. Altra cosa importante è controllare che il movimento degli aghi dei deviatoi sia sufficientemente corretto da avere un buon contatto elettrico rotaia-ago per evitare l'arresto della loco in transito. Ricorda che in digitale non puoi tallonare i deviatoi.
Per quanto riguarda la centrale digitale direi che come inizio una coppia di Multimaus siano l'ideale per le tue necessità; lascerei stare Z21 e similari e cercherei su piattaforme come ebay un paio di Multimaus (10810), un trasformatore da 36VA (10850) o uno da 50VA (10725) e alimentatore (10764).

Per avere un'idea di come funzionano puoi anche leggere questo mio articolo sul forum amico:
http://www.scalatt.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=8594

Per le loco puoi prendere in considerazione qualche offerta di alcuni negozi online quali queste:
http://www.tecnomodel-treni.it/dettagli.php?id=29327
http://www.tecnomodel-treni.it/dettagli.php?id=44165
anche se sinceramente l'effetto sound non è una meraviglia ma finisci per pagarlo come lo fosse.....
Mauro Menini

sergioci
DCCReady
Messaggi: 5
Iscritto il: venerdì 24 novembre 2017, 19:02
Scala: H0
Ho il plastico: Si
La mia centrale digitale.: Analogico

Re: Digitalizzare vecchio plastico materiale Rivarossi

#4 Messaggioda sergioci » giovedì 30 novembre 2017, 23:24

Grazie a entrambi! A questo punto mi butto... Sui suoni mi sa che soprassiedo, me li farò io come una volta :) Ho una bella vaporiera, se il digitale mi prederà bene magari penserò a un bel decoder per quella. A presto


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti